I segreti del Mobile Marketing

Alzi la mano chi non ha uno smartphone o un tablet a casa? In Italia il successo di IOS e Android (i sistemi operativi per eccellenza) è innegabile.

Ecco un po’ di dati (fonte Nielsen per info http://bit.ly/TmFLH0) che sicuramente vi faranno capire la portata di questo fenomeno:

25 milioni di Italiani possiedono uno smartphone

16 milioni accedono ad internet via mobile

6 milioni usano i sistemi operativi Ios e Android

9 milioni di italiani scaricano le app

Un’azienda oggi deve identificare il suo pubblico di riferimento e capire se lo può conquistare attraverso il mobile marketing.

Ma quali sono gli strumenti ad hoc?

I PAID MEDIA: tutti quei mezzi raggiungibili grazie all’advertising

Gli OWNED MEDIA: i mezzi di proprietà dell’impresa (es. il sito ufficiale)

GLI EARNED MEDIA: i mezzi che l’azienda è riuscita a conquistare (una buona review del suo prodotto all’interno di un blog)

Se andiamo nel dettaglio notiamo che tra i Paid Media ci sono: gli Sms, Mms e l’advertising.

Tra gli Owned Media troviamo il mobile site e app ed infine tra gli earned media c’è il Qr Code, le recensioni nei blog, una conversazione all’interno di una community e un gruppo spontaneo su Facebook.

Oggi dedicherò una particolare attenzione a due strumenti che adoro: il QR CODE e le APPLICAZIONI MOBILE.

Il QR CODE: è un quadratino con dei segni neri (assomiglia ad un codice a barre) che permette l’accesso a delle informazioni esclusive. Se punto il  lettore del QR CODE (dallo smartphone) ad un codice fisico (offline) posso visualizzare dei contenuti (ad es Giovanni Rana nel 2010 per i suoi tortellini al cioccolato attraverso il qr code permetteva la lettura di alcune ricette).

Vi segnalo questo filmato che mostra le potenzialità del QR CODE applicate all’IN Building di Tokyo http://vimeo.com/8468513

LE APP: sono semplici da usare e non prevedono una connessione web. Ne esistono molte cerchiamo di dividerle in 5 categorie.

–       Le app informative: permettono all’utente di raccogliere maggiori informazioni su un prodotto e/o servizio;

–       Le app news: sono quelle dei quotidiani e periodici;

–       Le app ludiche: permettono al navigatore di giocare e magari imparare;

–       Le app social: puntano all’interazione un esempio è Foodspotting una raccolta di scatti food facili da condividere sugli altri social network.

Il Mobile Marketing se applicato al turismo può dare dei risultati straordinari pensiamo ad un b&b in Trentino che permette attraverso un QR code di scaricare e visualizzare le mappe del luogo. Questo è solo un esempio di quello che si può fare avvicinando il mondo mobile alle piccole e medie imprese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...