Video sharing: qualche consiglio utile

Negli ultimi anni abbiamo assistito al boom dello streaming, il M5S lo usa in ogni sua azione politica per dichiarare con maggiore forza il concetto di “Trasparenza”, le ragazzine  sognano il palcoscenico e allora decidono di cantare a squarciagola le canzoni famose spesso storpiandole, gruppi di persone riprendono i loro raduni con una videocamera solo per poter affermare: “Ok io ci sono”.

Il ventunesimo secolo è caratterizzato da questo mood in stile “Grande Fratello” dove tutti vogliono dire qualcosa davanti ad una telecamera e spesso si da poca attenzione ai particolari e alla decenza.

Di frequente alcuni direttori marketing mi domandano: “Ehi che ne pensi se aprissimo un canale su Youtube?” a questo interrogativo potrei rispondere in mille modi, ma per voi cercherò di fare un piccolo abstract degli strumenti social utili e imperdibili e degli elementi che un video DEVE assolutamente possedere.

Vimeo: home page

Vimeo: home page

Canale ufficiale Mutti: personalizzare il profilo

Canale ufficiale Mutti: personalizzare il profilo

Vimeo o Youtube?

Il primo è un social network che io adoro (ok sarò di parte), la qualità dei video è eccellente, hai un pubblico internazionale, tutti dialoghiamo nello stesso modo “English please” e soprattutto trovo le interazioni più vere e spontanee. Questo nuovo media è consigliabile a quelle aziende che operano in mercati BTB non BTC ad esempio un’azienda di design.

Youtube invece ha una forte audience, la maggior parte degli artisti improvvisati si ritrovano qui, c’è una facilità d’uso innegabile, una lavorazione grafica necessaria se apri un profilo corporate e la costante interazione con canali simili per genere (stesso mood).

Ma che cosa accomuna entrambi i new media?

– Funziona la rapidità, mai caricare dei video di 4-5 minuti, sono troppo lunghi e il livello di attenzione cala inevitabilmente

– Mostra il tuo carattere: la personalità prima di tutto (usa la grafica, il montaggio per delineare la tua identità)

– Attenzione al titolo, questo incide nell’indicizzazione google (SEO) scegli poche parole, ma chiare

– Non vendere per forza qualcosa, agli utenti non piace il video troppo markettaro

E voi siete su Youtube o su Vimeo? Se sì lasciateci nei commenti il vostro url che corriamo a dare un’occhiata 😉

Annunci

12 thoughts on “Video sharing: qualche consiglio utile

  1. Molto bello il blog… pero’ aspetto nuovi post, e’ da troppo tempo che non ci sono aggiornamenti. Vabbe’, intanto mi sono iscritto ai feed RSS, continuo a seguirvi!

  2. Avete un gran bel blog qui! Sareste disponibili per uno scambio di post? parlo di guest blogging… ho un blog che tratta di argomenti simili, vi ho inviato una mail per scambiarci i dati. Grazie ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...