Quando il futuro è incerto

Oggi vorrei parlare di lavoro, di giovani fermi in attesa di un cambiamento, di coloro che scappano all’estero e di quelli che combattono qui per un futuro chiaro e visibile!

Ho rilevato tre generazioni in difficoltà, persone ambiziose che si ritrovano bloccate in un limbo senza uscita, chi sono? Non c’è una fascia d’età precisa possiamo partire dai trentenni fino ad arrivare ai cinquantenni, oggi l’Italia è il paese dei vecchi che potrebbero andare in pensione, ma non possono oppure non ne hanno voglia. Che cosa succede a questi disoccupati?

– partecipano a stage gratuiti e poco formativi

– vivono in casa e si accontentano di lavorare 1 giorno al mese  e magari per pagare le spese chiedono i soldi ai genitori pensionati

Ma perchè questo cambiamento non arriva? Quali sono le difficoltà maggiori? Secondo me uno dei tanti problemi nascono da chi genera l’offerta di lavoro, dagli esperti in HR.

Basta osservare le offerte di lavoro per rimanere 1 minuto in silenzio:

1) Annunci dove il futuro candidato è un mix tra Bill Gates e John Nash

2) Nell’area remunerazione trovi delle parole come: Da definire, oppure nessuna remunerazione

La cosa assurda è che il candidato dovrebbe inviare un cv a delle offerte nebulose, insomma lanciarsi, scommettere, ecco perchè tanti neo laureati scappano all’estero, qui non c’è serietà.

Il limbo di cui vi parlavo prima ospita anche i possessori della partita iva, questi free lance coraggiosi, lavorano come dei dannati anche 10h al giorno e spesso vengono pagati 3-4 mesi dopo, oppure il loro progetto è di natura no profit (il cliente non paga). In Italia non esistono delle normative che tutelino questa categoria, oggi mantenere la partita iva è davvero difficile, i costi sono tanti (INPS, IVA ecc) e le entrate inesistenti.

ESY-001922746

Quale futuro si prospetta davanti ai nostri occhi?  E soprattutto oggi chi ci circonda? Chi sono questi aspiranti lavoratori? Vediamoli insieme:

1) Il Precario (sei il più fortunato, prendi 1000 euro se ti va bene al mese, guadagni ma non sai se tra 1 anno lavorerai)

2) Il Fantasma (cerchi lavoro e non ti risponde nessuno, i feedback fantasma sono noti)

3)L’Indebitato (spendi più di quello che guadagni, no non sei un broker, ma un poveraccio con mutuo e ti sei reso contro troppo tardi che hai un cliente “Ladro” e insolvente)

Che cosa posso dire ora? Scappa in un altro paese? Mmmh se hai 30 anni lo puoi ancora fare, ma con prole risulta difficile. Mi domando: La politica di oggi ha pensato a tutto questo? Oppure è così presa a fare dei bei discorsi davanti alla telecamera che ha dimenticato la sostanza delle cose?

Io lavoro nel mondo digital e molti mi dicono, lì ci sono una marea di opportunità, un sacco di offerte, sì è vero, peccato che siano a termine e molto spesse chi cerca quelli come noi non sa davvero che cosa vuole!

E voi quale futuro vi immaginate? Credete in questa Italia sempre più alla deriva?

Annunci

4 thoughts on “Quando il futuro è incerto

  1. No, non ci credo. Credo che se un giorno le cose si sistemeranno sarà solo perché si avrà un altra crescita economica “bufala” come quella degli anni ’80, quando anche i cani da compagnia avevano uno stipendio finanziato nonsisabenedachi.

    Il lavoro in certi settori è calato, in altri ormai è un “non pervenuto”. In altri settori (io conosco l’editoria, per esempio) il lavoro è lo stesso che c’era 5 anni fa, con la differenza che non viene più pagato come allora, ma fino a 5 volte meno.

    Se hai un’età “sfigata”, oltre i 30, io non vedo soluzione. E più ci penso più sale l’angoscia, quindi è meglio vivere alla giornata, non pensare più di tanto, controllare il proprio orticello e vedere se si può ancora mangiare. Altrimenti… non lo so.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...