La passione prima di tutto

Oggi mi concentrerò su una professionista del web 2.0, questa autrice ha anticipato delle tendenze e le ha comunicate ai profani. Sto parlando di Alessandra Torre nota make up artist, bravissima pop girl dei tutorial e blogger .

Questa intervista ha l’obiettivo di educare, di far capire che cosa c’è dietro il semplice blog come tutti noi lo conosciamo. Questa ragazza si è messa in discussione e si è allontanata dal percorso di studio precedente per scoprire se stessa.

Ecco l’intervista:

1) Il blog spesso riflette la propria identità, quello che vogliamo essere, è così anche per te?

Il mio Blog nasce da due cose, principalmente : la grande passione che mi lega al mondo della cosmetica, in generale, e la mia indole da “scrittrice”. Si perchè adoro gettare pensieri su carta ( o sullo schermo di un computer, in questo caso! ) e riuscire a coniugare queste mie “debolezze” mi ha regalato grandi soddisfazioni. Quindi riflette appieno la mia personalità, variegata e poco scontata direi! E tratta tanti argomenti, non solo inerenti al trucco ed ai cosmetici in generale! Provate a dare uno sguardo…

2) Che cosa invidi delle tue colleghe blogger e cosa invece toglieresti dalla circolazione?

Partendo dal presupposto che la parola “invidia” non rientra nel mio vocabolario, in effetti credo che tutte coloro che hanno una marcia in più, meritocraticamente parlando, siano un esempio positivo per chi, come me, ambisce sempre a migliorarsi. Perchè, ricordiamolo sempre, nella vita si impara qualcosa ogni giorno. Non esistono persone “arrivate”. E, con quest’affermazione, mi ricollego alla seconda domanda. Cosa eliminerei? Forse proprio questo. Il messaggio di “traguardo raggiunto” che alcune “colleghe” lanciano, indirettamente, attraverso il proprio modo di lavorare. Sono una persona che ama la semplicità negli altri. Troppa costruzione mi crea perplessità!

IMG_0980

3) Il tuo blog ha moltissime followers, quali sono i commenti che apprezzi e quali pensi puntino solo a danneggiare il tuo percorso?

Ma in realtà noto che i commenti non sono mai tantissimi, le visualizzazioni, invece, molte di più. E questo, credo, sia dovuto ad un unico motivo. O ti piace leggere, o non ti piace. Il Blog ha un accento differente rispetto al Canale Youtube. E’ rivolto, principalmente, ad un pubblico di nicchia.

In verità, non credo ci siano commenti che possano danneggiare. Anche un appunto, se scritto con educazione e con garbo, può aiutarti a migliorare ed a capire, più consapevolmente, cosa piace e cosa, invece, non interessa affatto.

4) Qual è il lavoro che sogni, e se già lo stai praticando che cosa ti emoziona di più?

Beh, il lavoro dei miei sogni è quello che svolgo adesso! E, ribadisco, dei miei sogni perchè, pur di seguire e di rendere concreta questa mia grande passione, ho rinunciato a lavorare nel settore giuridico. Con una laurea in giurisprudenza, ho deciso di dedicarmi, in tutto e per tutto, al mondo della cosmesi ed ho seguito i giusti corsi per diventare Make Up Artist. Cosa mi emoziona? Proprio questo. Il rischio di aver intrapreso una strada completamente nuova a dispetto del mio percorso precedente. E, di sicuro, una grande emozione la regala anche un viso sorridente, felice e soddisfatto del tuo lavoro. Per non parlare delle persone che mi seguono. Con alcune ho uno splendido rapporto di amicizia. Più soddisfazione di così!

5) 3 consigli ad un’aspirante blogger, un vademecum per il futuro!

La domanda più “difficile” di tutte, è un tipico “dulcis in fundo” !

In realtà, il primo consiglio è quello di restare sempre se stessi e, soprattutto, con i piedi ben piantati a terra. La popolarità e la possibilità di entrare a far parte di questo splendido mondo, non devono, in alcun modo, modificare ciò che si è. Al contrario, bisognerebbe cercare sempre di migliorarsi.

Il secondo consiglio, molto più incisivo, è quello di essere sempre onesti. Mai dimenticare che, dall’altra parte, ci sono persone che fanno affidamento su ciò che diciamo, come nei video, o su ciò che scriviamo, come accade per il blog. Quindi, massima onestà con chi vi inizierà a seguire, perchè sarete un modello ed un punto di riferimento. E riceverete, in questo modo, affetto e fiducia incondizionata.

Terzo ed ultimo consiglio? Non abbattersi mai, anche quando sembra che le cose non decollino. E non credere mai al successo diretto ed immediato. Le cose si conquistano con il tempo, con dedizione e con pieno interesse per ciò che si fa. Mai credere a chi, in poco tempo, scala le vette. Non è vero successo, prima o poi calerà nel dimenticatoio. E, mi raccomando, non temete i celeberrimi “haters”. Sono parte integrante ( ed a volte divertente ) della comunità virtuale. Sappiate che esistono persone il cui obiettivo principale è quello di “smantellare” il vostro lavoro. Con calma, con il sorriso e con le vostre reali capacità, sarete in grado di limitare il disturbo!

Grazie ad Alessandra, una persona ambiziosa, solare che anche con poche parole riesce a farmi sorridere!

Annunci

Intervista doppia: Federica & Laura

In questi giorni ho rotto le scatole a due mie amiche blogger, per farmi rilasciare una breve intervista, perchè ritengo fondamentale mostrare quello che c’è dietro al lavoro di una blogger, visto che spesso vengono sottovalutate, sottopagate e giudicate di serie b dai giornalisti professionisti.

Attenzione fare la blogger, lavorare con il proprio blog non è per niente un gioco da ragazzi, la visibilità la costruisci attraverso i contenuti. No: ai commenti inutili dove si lascia l’url del proprio diario pensando di ottenere del traffico in più e assolutamente no ai followers fasulli.

Le due protagoniste di questa intervista, sono per me delle blogger di qualità, non perdono il loro tempo a seguire dei progetti scarsi e mediocri e soprattutto, hanno un taglio editoriale interessante, sto parlando di Federica Cimetti e Laura Portomeo.

Federica è una persona seria, attenta ai trend della moda, il suo blog è pulito, chiaro e creativo; Laura invece è una curiosa, studia costantemente per tenersi aggiornata, ed ha una forte passione per la cosmesi.

avatar

Ecco qui di seguito l’intervista:

Di che cosa faresti a meno nel mondo della moda? E a che cosa non potresti mai rinunciare? 

FEDERICA: Farei a meno delle dinamiche che ne sottintendono il funzionamento, come molte altre cose non rispettano la meritocrazia. Viceversa, non potrei fare a meno della vera essenza della moda: reinvenzione e cambiamento. Un abito può farti sentire speciale, non solo esteriormente.

Il mondo del beauty è ricco di sfaccettature, qual è l’elemento che ti ha colpita di più? 

LAURA: Quello che molti non sanno è che la mia passione per i cosmetici è stata dagli inizi concentrata sul campo delle unghie, e degli smalti. Ne ho sempre comprati tantissimi e ad oggi ne ho oltre mille. Li colleziono insomma. 
La passione per il make up c’è sempre stata, sin da piccola, ma mi sono avvicinata al mondo delle beauty blogger grazie agli smalti e alla ricerca, con alcune appassionate come me, di marchi che in Italia fino a qualche anno fa non erano distribuiti, come China Glaze, OPI, Orly e Zoya. In America erano molto utilizzati, e io adoravo sbirciare sui blog gli swatch di questi mille colori, per capirne meglio la resa sulle unghie e poi acquistare i miei preferiti dai siti stranieri.
In seguito, aprendo il portale, ho sentito l’esigenza di approfondire anche altri campi, quindi ho studiato per diventare Make Up Artist e ho frequentato corsi riguardanti le formulazioni dei cosmetici. Mi intriga molto anche il mondo dei profumi, e spero di poterlo approfondire presto con un corso.

lauraNel tuo percorso di blogger, che cosa ti ha fatta maturare/crescere?

FEDERICA: Le critiche. Quelle costruttive però. E’ bello mettersi in discussione, trovare nuovi stimoli e coglierne l’essenza per migliorare.

Per quanto i post outfit siano divertenti (e molto seguiti) l’obiettivo principale che mi sono posta è quello di diventare a tutti gli effetti una fashion editor. Ora che finalmente lo sono posso dire che senza il blog e le relative critiche tutto questo non sarebbe mai potuto accadere.

LAURA: Sicuramente il confronto. Un confronto che non sempre è stato diretto, ma che io stessa cercavo recandomi su siti e blog di altre colleghe. Leggere continuamente mi ha aiutata a valutare meglio il mio lavoro, a migliorarlo e anche a proporre nuove idee. Sono fermamente convinta che, sebbene sia giusto guardare il proprio giardino e curarlo al meglio, per migliorarsi si debba necessariamente guardare anche ciò che ci sta intorno e confrontarsi.

La professionalità è fondamentale nel mondo del lavoro, che cosa consiglieresti alle aspiranti blogger? 

FEDERICA: Consiglierei semplicemente di scrivere di quello che conoscono. La passione è una bella cosa e ritengo sia il motore del mondo ma purtroppo non basta solo quella. E’ necessario essere sempre aggiornate e lo studio è una componente fondamentale per la buona riuscita di un articolo, soprattutto nel campo del fashion blogging: chiunque può dire la sua ed esprimere le proprie opinioni ma la competenza è un’altra cosa.

LAURA: Come dicevo su, sin da quando ho aperto il blog ho sentito la necessità di approfondire gli argomenti di cui trattavo. Sono fan sfegatata della corretta informazione e di conseguenza ho cercato sempre di affrontare solo argomenti di cui mi sentissi padrona, o di affidare le rubriche del portale a persone che fossero competenti in quel settore.
Mi rendo conto che non è possibile iscriversi a dei corsi per aprire un blog, ma nel mio piccolo il consiglio che mi sento di dare è questo: se volete aprire un blog d’informazione, e non avete particolari competenze, affidatevi a persone che ne abbiano (ad esempio cercate la collaborazione di una make up artist per il lato make up, ecc) se invece volete semplicemente aprire uno spazio personale dove condividere opinioni, pensieri, ecc allora limitatevi a fare questo. Perché finché il blog rimane un posto dove scambiarsi idee, consigli, opinioni, nessuno potrà tacciarvi di incompetenza, restano opinioni. Ma nel momento in cui inizierete a dare lezioni di vita/make up/moda ecc inevitabilmente arriverà qualcuno a chiedervi che competenze avete per farlo, e se non ne avete, perderete di credibilità di fronte ai vostri lettori.
Il blog, così come i siti, sono luoghi sul web in cui il proprietario mette tutto se stesso, e detto in maniera spicciola “ci mette la faccia”. Quindi siate voi stessi, e non ergetevi a portatori di verità assolute. Non esistono. Lasciate le argomentazioni professionali a chi ne ha le competenze.
Infine, se decidete di far diventare il blog un lavoro a tutti gli effetti, ricordate che la costanza, la coerenza e il rispetto sono alla base di questo lavoro. Se questi presupposti mancano, lasciate che sia un hobby e nulla più.

Le 3 caratteristiche fondamentali di una buona blogger sono:

FEDERICA: Competenza, originalità ma soprattutto…. Umiltà! (Ma quella servirebbe in ogni campo, non solo in questo!)

LAURA: Più che di una buona blogger, parlerei di un buon blog. Per me deve essere pulito nella grafica, intuitivo, veloce nel caricamento. I contenuti devono essere ben scritti e curati nei dettagli e le immagini di qualità (se non siete in grado di scattare, esiste google, chiedete il permesso di utilizzare quella foto citandone la fonte e il gioco è fatto!). Non deve mancare quel pizzico di personalizzazione, quel qualcosa che lo renda unico e che mi spinga a tornarci ancora: può essere un modo di scrivere, una rubrica interessante, fotografie particolari, ecc. 
Non in ultimo la blogger deve avere un rapporto ATTIVO con gli utenti che la seguono, DEVE rispondere ai commenti, alle mail, alle domande. E soprattutto ci deve essere coscienza. La blogger deve ricordare che, nel momento stesso in cui inizia ad essere più conosciuta, diventa una sorta di guida per coloro che la seguono, che spesso si affideranno ai suoi consigli per acquisti, look ecc. E’ importante quindi che la blogger si mantenga trasparente e coerente ma soprattutto corretta verso queste persone, tutelando innanzitutto loro, perchè è grazie al seguito che ha che è diventata conosciuta, e non solo grazie alle sue qualità. Sono l’una la conseguenza dell’altra.

Questa intervista ha un’obiettivo: Educare tutte le aspiranti blogger, che spesso pensano che aprire un blog e dargli la giusta linea editoriale sia un gioco da ragazzi. La banalità, superficialità in questo campo non sono ammesse!

Federica e Laura sono un esempio, una spinta a dare di più, a non sottovalutare il mondo della blogosfera.

Vi lascio con questa citazione di Alessandro Profumo “Il lavoro è una parte fondamentale del nostro modo di relazionarci con il mondo. Quando incontriamo una persona che lavora, con passione, vediamo subito la differenza, qualunque tipo di lavoro faccia.”

Mamma voglio fare la Blogger!

In un post di qualche mese fa avevo realizzato un vademecum che spiegava come individuare una blogger di qualità, oggi mi vorrei concentrare su due categorie in particolare: la Fashion e la Beauty Blogger e dare qualche dritta utile a chi sogna di fare questa professione nella vita.

La Fashion Blogger: ama con tutta se stessa la moda, segue con curiosità le nuove tendenze e venderebbe sua nonna per assistere alla sfilata di Gucci o Roberto Cavalli.

Ma quali sono le caratteristiche che deve assolutamente avere un’aspirante fblogger?

Occhio alle novità, riconoscere quando un colore va di moda, un tessuto imperdibile ecc

Sensualità, se si decide di postare un outfit sul proprio blog e diventare modella per un giorno allora valutate la fotogenia e non forzate gli sguardi

Ottime capacità di scrittura, non amo quei post brevissimi dove l’autrice ti racconta la sua giornata e riempie la home di scatti, le immagini devono essere in equilibrio con le parole

Una Kodak o una Canon, una macchina fotografica professionale che ti permetta di giocare con le luci e sottolinei delle decorazioni, dettagli stilistici

Non prendersi troppo sul serio, non siete Angelina Jolie, rimanete con i piedi per terra

FotoSketcher - moda

chicnova.com

E la beauty blogger? Dov’è finita e quali caratteristiche deve possedere?

Passione per il make up e per la cosmetica

Conoscere i tecnicismi, saper spiegare i pro ed i contro di una crema idratante e non copiare semplicemente il comunicato stampa

– Fotografare il prodotto e contestualizzarlo

Fare dei micro tutorial su Youtube per spiegare l’applicazione di uno strumento make up (durata massima 2 minuti se no scatta l’abbiocco)

Bella presenza, una truccatrice o una che lavora nel settore dell’estetica non deve dimenticare di vendere se stessa come brand. Una ragazza con i peli sul viso e che ricorda Cita non avrà mai troppo seguito 😉

E ora vi resta solo di scegliere la tipologia di blog e di mettervi all’opera 😉

Ps. Qui di seguito qualche blog/portale che adoro e che dovreste visitare 😉 Prendete ispirazione!

http://www.dotgirl.it

http://thechicattitude.com/

http://www.thefashionpolitan.com

http://www.robyberta.it/

www.tentazionemakeup.it/